Chi siamo

L’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Beata Lucia è Ente pubblico non economico (IPAB in fase di trasformazione in ASP) che a norma del proprio Statuto:

- riconosce la centralità della dignità della persona, opera a favore dell'uguaglianza, ripudia ogni forma di razzismo, favorisce la solidarietà tra i popoli e i cittadini, rispettando le differenti culture;

- promuove azioni sociali che garantiscano diritti di cittadinanza esigibili, a carattere universale;

- riconosce a tutti i bambini e le bambine i diritti sanciti dalla Convenzione Internazionale dei diritti dell'infanzia, adottata a New York il 20 novembre 1989 e resa esecutiva con la legge 27 maggio 1991, n. 176,ed è impegnata a garantirne il rispetto;

- riconosce nella pace, un diritto fondamentale delle persone e dei popoli. A questo fine, favorisce l'affermarsi di una cultura di pace e rispetto dei diritti umani, dichiarando di riconoscersi pienamente, per il proprio ruolo, nello spirito che ha informato la dichiarazione di Narni "Città della Pace";

- assicura ai minori di ambo i sessi anche privi di famiglia e alle donne sole e con figli minori, senza distinzione di requisiti sociali, di cittadinanza, psicofisici, etnici, confessionali, in stato di disagio sociale ed a rischio di violenze, il sostegno e l’accoglienza per il soddisfacimento delle normali esigenze di vita per il pieno e libero sviluppo della personalità umana, attivando iniziative ed interventi volti a prevenire e rimuovere le cause che ne costituiscono ostacolo, secondo le linee della programmazione regionale e territoriale in materia;

- assicura alle donne sole di cui alla lettera e), in stato di gravidanza, il sostegno e l’accoglienza per garantirne il diritto di scelta alla maternità cosciente;

- promuove, in sinergia con le competenti strutture territoriali, ogni intervento, diretto e indiretto, inteso a favorire l'inserimento dei soggetti socialmente svantaggiati, siano essi cittadini italiani, che appartenenti a paesi esteri, nel contesto sociale, culturale e del lavoro, nonché l’attivazione di centri di incontro, di iniziativa e di presenza sociale nelle aree a rischio;

- accoglie minori soli o accompagnati, provenienti da aree e paesi esteri afflitti da guerre, carestie ed altri flagelli sociali per periodi di soggiorno necessari anche per cure mediche ed interventi chirurgici, praticati in territorio italiano;

- incentiva e valorizza l’attività di volontariato, quale espressione di solidarietà e momento di comunicazione e aggregazione fra soggetti in stato di sofferenza personale e sociale e le realtà umane, culturali ed etiche della società locale.

- incentiva e valorizza l’attività di volontariato, quale espressione di solidarietà e momento di comunicazione e aggregazione fra soggetti in stato di sofferenza personale e sociale e le realtà umane, culturali ed etiche della società locale.



L’Azienda si colloca nel sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali regionali: partecipa alla programmazione, alla realizzazione e al monitoraggio dei Piani di Zona secondo la normativa regionale vigente. In tale quadro, svolge funzioni di carattere sociale, assistenziale, di consulenza e di collaborazione organizzativa, promuovendo ed attuando attività e servizi alla persona, anche sperimentali.

L’Azienda opera nel campo della formazione e dell’informazione in materia di infanzia, adolescenza, famiglia, maternità e condizione della donna.

L’Azienda valorizza il proprio patrimonio artistico e architettonico, realizzando attività ed iniziative di promozione, rivolte, in particolare, ai bambini ed alle famiglie, nonché alla formazione e alla crescita culturale dei giovani, in collaborazione con Regioni, Province, Comuni, Università e Associazioni del Terzo Settore.

L’Azienda conserva e valorizza il rilevante patrimonio storico-archivistico, promuovendone lo studio e la consultazione, realizzando attività ed iniziative di promozione, finalizzate, in particolare, alla conoscenza dell’evoluzione della condizione dell’infanzia e dell’adolescenza.